mercoledì 9 gennaio 2013

scoperte

sono una lettrice esigente.
è vero, proprio così.

sebbene non ne fossi consapevole
fino ad ora
sebbene non ci avessi mai fatto caso
sino ad ora

io...davo la colpa a loro
ai creatori
alla sfilza di scaffali commercializzati zeppi di storie tutte uguali
mode...

e se...
la variabile fossi io?
stravedo per i "classici":
una scrittura così profonda, coinvolgente ed intensa

perchè in fondo un libro
non è solo una storia
è cosparso con pezzetti di anima
e a me piacciono le anime corpose

e le si può riconoscere da lì...



1 commento:

  1. Io ho finito l'ultimo librino di Martin e mi sono messo a rovistare sugli scaffali, per le prossime settimane sarò occupato con qualche storiella di Oscar Wilde giusto per rispolverare l'inglese, e Lo Hobbit di Tolkien, così posso dar noia alla gente che vuole vedersi il film.

    RispondiElimina

°aforismi°

  • L'azione è nemica del pensiero
  • finitamente indolente, risolutamente solitario, terribilmente elegante.
  • Le relazioni sono tutte complicate : quelle che si hanno non si aprezzano; quelle che si vorrebbero ci spaventano; e quelle che si dovrebbero avere non si capiscono.
  • L'azione è carattere, se non facciamo mai niente non saremo nessuno.
  • i gatti non offrono molte opportunità; provate ad abusare della fiducia di un gatto per un paio di volte e presto uscirete dalla sua vita.
  • Ogni momento della vita è deciso già prima della nascita? Se è così, siamo meno responsabili per le cose che facciamo o la responsabilità è già nostra dall’inizio? Dopo aver colpito la palla aspetti e guardi se va fuori campo o corri lasciando che le cose seguano il loro corso?
  • c'è sempre un angolo di silenzio nelle più sincere confessioni delle donne.
  • Quando tutto nella vita scorre come su un binario, è facile pensare che le cose accadano per un motivo, è facile avere fede, ma quando le cose cominciano ad andare storte, allora è difficile continuare ad avere fede, è difficile non domandarsi per quale motivo accadono certe cose.
  • L'uomo perfetto è colui che potrebbe stare in qualsiasi posto ma sceglie di stare con lei perché la vita insieme a lei è più bella.
  • solo chi sogna impara a volare.
  • Alcuni passano la vita sperando che capiti qualcosa che cambi tutto, cercano il potere o l’amore o le risposte ai grandi interrogativi, ma io penso che in fondo cerchino una seconda possibilità, un’altra vita in cui tutti gli errori fatti siano magicamente cancellati per poter ricominciare; niente di negativo è ancora accaduto, tutte le scelte sono a portata di mano.
  • Puoi vivere nello sfacelo e fingere che sia ancora la casa che ricordi. Oppure puoi strisciare fuori dalle macerie e ricostruire.
  • perdere un'illusione rende più saggi che trovare una verità.
  • La gente dice che quando cresciamo diamo un calcio a tutto quello che ci hanno insegnato, ci ribelliamo al mondo che i nostri genitori ci hanno inculcato con tanta fatica; in questa fase della crescita non vogliamo nessuna costrizione, ma io non credo che sia questa la ragione. Per me il rifiuto nasce quando scopriamo che i nostri genitori sul mondo non ne sanno più di noi e che non hanno tutte le risposte; ci ribelliamo quando scopriamo che ci hanno sempre ingannato e che Babbo Natale non esiste.
  • in ogni istante della nostra vita abbiamo un piede nella favola e l'altro nell'abisso.
  • Forse ci piace soffrire, forse è proprio nella nostra natura, perché senza sofferenza non so, forse non ci sentiamo reali. Com’è quel detto? Perché continuo a farmi del male? Perché è meraviglioso quando smetto di farmene.
  • ciò che chiamiamo rassegnazione non è altro che disperazione cronica.
  • La gente parla come se la cosa più importante nella vita fosse vedere sempre le cose per quello che sono, ma tutto quello che facciamo, ogni progetto in fondo è una bugia. Noi chiudiamo gli occhi e fingiamo che non debba mai venire il giorno in cui non avremmo più bisogno di fare progetti; la speranza è la più grande tra le bugie, ma è anche la migliore. Bisogna andare sempre avanti come se tutto avesse importanza o non andremo più da nessuna parte.
  • la fantasia è la voce dell'audacia.
  • le donne sono un sesso affascinante e caparbio, ogni donna è una ribelle: di solito insorge violentemente contro se stessa.
  • la curiosità è la diretta smoderatezza dello spirito.
  • Da che si giudica un uomo? Dalle cose peggiori che ha fatto o da quelle migliori che spera di fare? Quando ti ritrovi a metà della vita e non ti sei neanche avvicinato al traguardo, come trovi la strada che ti porta da chi sei a chi saresti potuto essere?
  • la libertà comincia dall'ironia.
  • non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.
  • Noi facciamo di tutto per riconquistare la fiducia persa, ma ci sono alcune ferite, alcuni tradimenti che sono così profondi, così dolorosi... che non c'è modo di recuperare ciò che hai perso. E in questo caso non c'è altro da fare che aspettare.
  • le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle.
  • la felicità è come un gatto che corre dietro alla sua coda: più la rincorre e più gli sfugge, ma quando s'impegna in altre cose, la coda gli viene dietro ovunque lui vada.
  • Tante persone cambiano lentamente: sono quello che sono, e dopo un po' sono qualcun altro; certe conoscono il momento esatto in cui la loro vita è cambiata: l'incontro con l'anima gemella, o lo sguardo negli occhi del proprio figlio al primo sorriso. Per altri invece non sono le cose belle la causa del cambiamento, ma le cose attraverso cui sono passati che da quel momento gli fanno apparire tutto quello che vedono molto diverso.
  • prima o poi tutti dobbiamo diventare adulti responsabili, nessuno lo sa meglio dei giovani.